A TRAPANI CRISTO RISORGE...VESTITO


 

 

 

 

In tanti hanno sperato che la processione pasquale del " Risorto" potesse avvalersi , al posto di un quadro, di una statua raffigurante Gesù nel momento in cui, liberatosi dal lenzuolo sindonico, assurge al Cielo.

 Tale iconografia non è molto diffusa nelle chiese trapanesi ma se consideriamo che in Spagna, ad opera dei cosiddetti " imagineros " , si costruiscono ancora splendide statue per le processioni della Semana Santa, mi appare alquanto originale l'idea  di utilizzare per la processione del Risorto 2008 una statua del Cristo non corrispondente alla realtà ( Gesù , se non ricordo male, mori denudato e non vestito e come tale assunse ).

Si tratta di una statua indubbiamente bella artisticamente che richiama gli stessi Misteri.

Pare che anticamente fosse collocata nella chiesa di San Nicola ( una delle più belle chiese cittadine per le quali si son spesi un bel po' di quattrini e che, ovviamente, è chiusa al pubblico )  , simboleggiante il  " Cuore di Gesù " come si evince dall'indicazione del dito della mano destra della statua e che chissà quale esperto d'arte ha pensato di utilizzare come immagine del Risorto, aggiungendovi una bandiera bianca, proprio come si fa con i prelibati agnellini pasquali in esposizione in questi giorni nelle pasticcerie trapanesi !

Un'immagine che a questo punto cancella e distrugge la Sindone dato che nel lenzuolo custodito a Torino l'immagine di Colui che cambiò il mondo è assolutamente nuda !

 

Quella bandiera bianca con la croce rossa sembra più adatta ad un sostenitore dell' Inter Football Club nell'anno del suo Centenario !

 

E così ieri i fedeli trapanesi che assiepavano il " Purgatorio" per la tanto amata " scinnuta dell'Addolorata" , hanno potuto ammirare questo " very original " Risorto, immerso nel fetore della vernice della gigantesca " vara " ( non fiori ma opere di bene ) e tra quelle parole che hanno ricordato ai trapanesi come l'attuale governo nazionale ha trascurato la famiglia !

 

A ridaglie ca politica !

 

Ma difficilmente qualcuno oserà pubblicamente criticare tale scelta. Meglio averlo amico, non si sa mai !

 

Dispiacerà soprattutto a qualcuno/qualcuna leggere che "il veronese sacrilego e petulante" stia ancora osando di commentare e questa volta addirittura una Imago Christi ! E dato che questo/questa factotum non ha il coraggio  ( tipico di quel certo ambiente ) di rivolgersi direttamente all'interessato e che si preferiscono mezzucci ridicoli infarciti di minacce che un concetto di informazione libera, alla quale lui/lei afferma ispirarsi non può in alcun modo tollerare, eccomi qui a scrivere quel che penso e che stai sicuro/sicura  è letto molto più di qualunque pubblicazione locale  ! Ti bastano più di 400 visite al giorno e con un trend nettamente in crescita durante la Settimana Santa ?

A Trapani potere raccontare le favolette e sperare nel silenzio ma fuori città, per sfortuna vostra , leggono e hanno già capito con chi si ha da fare !

Vediamo a chi scriverai adesso ?

 

Ma certa gente che può aver successo solo in un ambito rigorosamente locale è preferibile non dedicare altre righe. Basta guardarla in faccia !

 

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

 

 

Passando a note più serie e più artisticamente valide, mi permetto infine felicitarmi e ringraziare pubblicamente il sig.Vito Dolce. Capoconsole dell' Ascesa al Calvario, per l'ottima iniziativa che unitamente agli altri consoli e collaboratori, ha visto quest'anno il ritorno dell' elmo d'argento , abbellito e impreziosito, sulla testa del soldato romano che trascina Gesù lungo il Calvario.

E' un ringraziamento personale perchè quell'elmo fu disegnato da mio padre Antonio e realizzato dall' orafo Nicolò Messina nel 1979. Avevo 12 anni ma ricordo bene con quanto amore seguivo quella realizzazione , incuriosito dalla trasformazione di un metallo in un'opera d'arte . Quell'elmo rappresenta un pezzo di storia della nostra processione e al suo interno sono incisi i nomi ei consoli del tempo :  F.P. ROMANO - G. SAVONA - E SERRAINO - A. TARTARO - A. MAGGIO - E SCONTRINO - V.BELLOMO - A. D'ALI' - G. RUBINO.

 

E ad una processione che evita  " l' angolo proibito " ma dal quale dovrà passare per improvvisi cedimenti strutturali, non resta che porgere gli auguri affinchè il suo svolgersi rappresenti un momento di umiltà, fede, storia e tradizione, in attesa che le campane si liberino nel giorno di Pasqua dove Trapani, unica città del mondo cristiano, festeggerà Gesù risorto e soprattutto....vestito !

 

Verona, 15 marzo 2008

 

Beppino Tartaro

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Le foto della statua del Cristo sono di Francesco Genovese

©  2008 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina