PER NON SPEGNERE LA MUSICA IN SICILIA 

 

 


 

 

 

 

Leggi il blog e firma la petizione

Chi ci salva dall’Onorevole Antinoro?

Manda lettere di protesta all'Assessore Antinoro e, per conoscenza, al Presidente Lombardo, preferibilmente via fax (perché è più invasivo):

FAX e e-mail Antinoro: 091- 7071637; assessorebca@regione.sicilia.it

FAX e e-mail Lombardo: 091- 7075111; maria.bonanno@regione.sicilia.it

 

 

 

Per tutto il 2008 le Istituzioni Musicali Storiche Siciliane hanno garantito il regolare svolgimento delle attività concertistiche in tutta l’Isola, coinvolgendo un pubblico di oltre 100 mila spettatori e dando lavoro a numerosi dipendenti, collaboratori e imprese siciliane: tutto ciò a fronte di un investimento da parte della Regione che corrisponde appena al 3% della somma destinata ogni anno al sostegno delle attività musicali, a volte con risultati assai modesti.

 

Malgrado la dotazione del Bilancio Regionale sia di per sé sufficiente a garantire un adeguato sostegno alle principali Istituzioni musicali dell’Isola, l’Assessore ai Beni Culturali, On. Antonello Antinoro, ha annunciato di voler procedere alle assegnazioni per l’esercizio in corso secondo criteri che non hanno precedenti né in ambito regionale né nazionale, che non tengono in alcun conto il merito e i traguardi conseguiti, e il cui unico risultato sarebbe quello di penalizzare invece la quasi totalità degli organismi che operano da decenni su un piano di eccellenza.

 

Il contenuto di tale progetto è apparso a tutte le più importanti Associazioni concertistiche dell’Isola – comprese le pochissime che non ne avrebbero ricavato particolare danno – assolutamente inaccettabile, tanto più che una riduzione del sostegno finanziario della Regione, se operato in un momento in cui le Istituzioni hanno già portato a termine tutta l’attività programmata per il 2008, condurrebbe inevitabilmente alla loro definitiva scomparsa, privando i siciliani di una parte cospicua del loro patrimonio storico.

 

Perché la Legge Regionale n. 44/85 venga applicata per la sua vera finalità di diffusione della musica di qualità e non utilizzata per spartizioni indiscriminate di contributi ad organismi di basso profilo.

Per una Sicilia europea, colta e civile.

 

Non spegnete

la musica in Sicilia!

 

C.L.A.C.S.

Coordinamento dei Lavoratori delle Associazioni Concertistiche Siciliane

 

C.I.MU.S.S.

Coordinamento delle Istituzioni Musicali Storiche Siciliane

 

Accademia Filarmonica, Messina – Associazione Culturale “I Candelai”, Palermo

Associazione Amici della Musica, Trapani - Associazione Amici della Musica “R. Lucchesi”, Vittoria

Associazione Catania Jazz - Associazione Culturale Triquetra, Palermo

Associazione Filarmonica Laudamo, Messina, Associazione Musicale Etnea, Catania

Associazione Musicale Alea, Palermo – Associazione Musicarte, Caltanissetta

Associazione Musiche, Palermo - Associazione Orchestra Gli Armonici, Palermo

Associazione Orchestra Kandiskij, Palermo - Associazione per la Musica Antica "A. Il Verso", Palermo

Associazione Siciliana Amici della Musica, Palermo Associazione “V. Bellini”, Messina

Orchestra Barocca Siciliana, Palermo - The Brass Group, Acireale – The Brass Group, Alcamo

The Brass Group, Catania - The Brass Group, Messina

 

Campagna d’opinione direttamente finanziata dai legali rappresentanti delle Istituzioni musicali

 

 

 

 

 

Inizio pagina