" FU TERRORISMO " - VITALIZIO AI FAMILIARI DI BORSELLINO

 


   

  Milano, 29 Luglio 2007

 

Dal Corriere della Sera di oggi:

"Fu terrorismo". Vitalizio ai familiari di Borsellino


"Dopo una lunga istruttoria, la direzione generale del personale di via Arenula ha riconosciuto rispettivamente alla moglie e ai figli del dottor Paolo Emanuele Borsellino, gią magistrato, deceduto in Palermo il 19/7/1992 per effetto di lesioni riportate in conseguenza di azioni della criminalitą organizzata con finalitą terroristica, la concessione dell'assegno vitalizio quale beneficio previsto dall'applicazione della legge 206/04"

Il figlio Manfredi, oggi commissario capo della polizia a Palermo, chiede giustamente perchč non venga riconosciuto lo stesso trattamento alle moglie e ai figli degli agenti morti in via D'Amelio e dichiara:

"Se ora sono in polizia lo devo all'esempio che ho avuto dagli agenti della scorta di mio padre. Lui č morto per le sue idee, loro sono morti per difendere mio padre. Non ci dovrebbero essere vittime di serie A, serie B o serie C"

Non aggiungo altro, se non il ricordo di mia madre che, il giorno dopo la strage, ci chiese di incontrare i genitori dei ragazzi morti con Paolo e volle baciare loro, uno per uno, le mani perchč, come ci disse, avevano dato la vita dei loro figli per suo figlio.

Io mi chiedo invece quando verrą concessa ai familiari di quei ragazzi un vitalizio come genitori e figli di vittime dello Stato

 

Salvatore Borsellino 

 

 

© 2007 - www.processionemisteritp.it