PER LE NOSTRE "  SEMANE SANTE "

 


 

 

 

 

 

Il comunicato stampa al termine del XXIV Congresso Nazionale delle Confraternite Spagnole tenutosi a Crevillent  nella comunità valenzana, ha sancito quell’unità d’intenti con la quale si stanno gettando le basi per far sì che la Settimana Santa diventi un evento sempre più apprezzato e conosciuto. Non si è trattato quindi tratta quindi di un semplice far incontrare coloro che, a vario titolo, partecipano e organizzano le varie processioni ma di unire sinergicamente le forze e le persone affinché si realizzano quei progetti volti a far della Settima Santa un bene collettivo.

 

In questa opera di diffusione era più che scontato che a far da protagonisti fossero le due nazioni che in Europa rappresentano il cuor delle rappresentazioni passioniste: la Spagna e l’Italia.

 

Siamo certi, tuttavia, che i legami non si fermeranno solo al vecchio continente ma si estenderanno soprattutto al centro America dove l’amore per la settimana santa è particolarmente intenso.

 

Entrando nel merito della realtà siciliana questi incontri sono soprattutto serviti a rilanciare quel progetto che tende a far conoscere l’intera settimana santa siciliani e il prezioso ruolo in essa rivestito dalle confraternite come elemento dinamico e propulsore non solo della fede ma come volano per quell’economia turistica che nella più grande isola del Mediterraneo dovrebbe trovare, nelle affascinanti processioni primaverili il suo naturale sviluppo.

 

Se sino a qualche anno fa, prima dell’avvento del web le realtà passioniste spagnole ed italiane erano realtà ben distinte e delle quali si conosceva reciprocamente ben poco, oggi , grazie ai vari convegni e gemellaggi si  è potuto scoprire come quel vincolo culturale e storico che unisce la Spagna alla Sicilia abbia un legame ancor più profondo proprio nei riti della “ Semana Santa “.

 

Il congresso di Crivellent che ha riscosso un lusinghiero successo ha visto non la genuina  e affettuosa  accoglienza riservata dagli amici iberici  alla delegazione siciliana ma ha segnato non ha segnato un punto d’arrivo ma la base sulla quale far avviare quei rapporti che faranno delle comuni settimana sante il fiore all’occhiello delle due meravigliose terre !

 

                                      Beppino Tartaro

Verona, 28 ottobre 2011

 

 

 

©  2011 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina