MEDITATE GENTE, MEDITATE !!

 


 

 

 

Ci vuole proprio sfortuna ! Nel periodo compreso tra novembre 2010 e settembre 2011, cioè nei mesi nei quali questo sito ha taciuto per quel che riguarda i commenti, sono successi alcuni fatti abbastanza eclatanti per i quali il silenzio di queste pagine è stato, per i diretti interessati  più che d’oro !

 

Purtroppo per le Maestranze Unite Trapani la sfortuna ha voluto che il loro debutto sia coinciso con il riparlare (riscrivere) del sottoscritto .

Non immaginavo, a istanza di pochi giorni di dovermi rimettere sulla tastiera ( volevo farlo per parlare del percorso dei Misteri ma c'è tempo..) ma leggendo alcune notizie pubblicate su facebook, dato che questo social network non è frequentato da tutti, mi corre l’obbligo di una puntualizzazione .

 

Già il mio primo commento…..aveva suscitato l' sterica e infantile reazione di qualche imberbe fanciullo assunto con troppa facilità al titolo di consoletto ( non consulicchio per la precisione ! )  e così al mio secondo editoriale, dopo la lunga pausa,  ecco che le MRT ( Maestranze Riunite Trapani) hanno voluto puntualizzare nel loro gruppo aperto su facebook ( e cioè tutti lo possono leggere ) a firma dei fratelli Giovannello e Francesco D’Aleo quanto segue c'è qualcuno che va in giro ad informarsi chi siamo e cosa vogliamo fare. Una cosa che vogliamo è il bene della processione ,e quello non si tocca, poi non tochiamo la poltrona a nessuno, non disturbiamo i sogni di qulacuno , ma malgrado tutto ,qualcuno incomincia a preoccuparsi. meditate gente. “  -(  3 ottobre 2011 ).

 

Pronta la replica dell’amministratore del gruppo delle MRT ( che non si sa chi sia ….) che usando un inizio evangelico ha così commentato il post dei fratelli D’Aleo. In verità penso che al di la del bene per la processione quest'associazione (se così diventerà) vuole semplicemente tutelare le Arti ed i Mestieri quindi tra queste pagine si parla di maestranze e non di Processione”   -  ( 3 ottobre 2011 ).

 

Sembra quindi che l’aver commentato la nascita delle MRT abbia creato qualche preoccupazione proprio all’interno della “ cosa “, dato che da quel che loro stessi affermano non è ancora associazione.

 

Prendo atto, e non avevo alcun dubbio, che i componenti delle MRT vogliano il bene della processione, Così come non vi è alcun intento da parte loro di mandar via l’attuale presidente dell’UM che del resto, vuoi o non vuoi, dopo l’edizione 2012 se ne dovrà andare per la fine naturale del mandato.  Non si comprende bene a chi si riferisca l'ignoto commentatore con la citazione dei sogni anche perché non trattandosi di belle fanciulle sognare qualcuno di loro darebbe più la parvenza di un incubo, mentre è evidente ( e non è certamente questo sito e chi lo gestisce)   che potrebbe esservi qualche  preoccupazione nell’ambiente dei Misteri.

 

 

Le MRT affermano che loro scopo è quello di tutelare le arti e i mestieri ( una specie di moderno “ Artigianelli”.) Non mi sembra che le arti ei mestieri aderenti alle MRT siano bistrattate da chissà quale forza oscura e che , come tutti , artigiani e dipendenti, pensionati e giovani precari, risentano della crisi ! Analizziamo con calma i ceti che , alla data odierna, fanno parte delle MRT. Pescatori  e pescivendoli , sicuramente con i problemi legati alla pesca hanno delle difficoltà  ma non si riesce ad immaginare come le MRT possano tutelarle a meno che non ritengono per il futuro di appoggiarsi a qualche politico. Di metallurgici all’interno del ceto che cura il gruppo dell’ Arresto ve ne sono ben pochi, abbiamo al loro interno una serie di arti ( come i carrozzieri ) che comunque lavorano sempre e in un periodo di crisi economica dove si fa fatica ad acquistare le auto nuove non risultano, dai dati statistici, come soggetti economici particolarmente in crisi.

Muratori e scalpellini subiscono la crisi dell’edilizia ma si tratta di un problema legato al generale default dell’economia che non crediamo possa essere risolto, con tutta la buona volontà, dalle  MRT .

I macellai avranno qualche difficoltà perché con meno soldi da spendere compra meno carne ma non per questo muoiono di fame.

Sarti e tappezzieri sono sicuramente le categorie che tra tutte quelle coinvolte nel progetto MRT appaiono più penalizzate ma  come sopra detto è un problema di economia nazionale se non mondiale e non di MRT.

Camerieri, cuochi, baristi, albergatori, ristoratori e autisti con la crescita del turismo a Trapani non sono tra quelli messe peggio,  mentre i “ massari” sono ormai un retaggio storico della nostra società, dato che il loro lavoro d’un tempo è oggi assorbito prevalentemente dalle forze di lavoro extracomunitarie.

 

Ma se diamo per buono e vogliamo crederlo sinceramente che si tratta di un’operazione puramente culturale ( si è in attesa di sapere qualcosa in più )  dedicata al rilancio delle Arti e Mestieri non comprendiamo perché tra queste categorie non figurano ceti come gli orefici, pastai, ortolani, calzolai ( ormai quasi scomparsi ) , tessili( soggetti alla crisi del mercato cinese ) e che dire dei salinai , l’arte più caratteristica, insieme ai pescatori della Trapani marinara.

Forse, queste ultime categorie stanno economicamente bene e non hanno alcuna crisi?

 

Chissà chi lo sa? Diceva il buon Febo Conti ( un vecchio presentatore della TV dei ragazzi in bianco-nero di tanti anni fa ) , fatto sta che se le MRT hanno "solo" lo scopo di proteggere e rilanciare le arti e mestieri e che nulla hanno a che fare con la processione, non devono preoccuparsi in alcun modo delle “ cazzate” che scrivo ma potrebbero e dovrebbero forse  evitare le  sibilline esternazioni pubblicate in questi giorni anche perché come hanno scritto testualmente  i fratelli D’Aleo il 30 settembre scorso, sempre nel loro gruppo su facebook e prima della pubblicazione del mio editoriale : , riempiamo la bacheca di tutto quello che pensiamo ,siamo uomini liberi !  E proprio seguendo questo consiglio , liberi lo siamo tutti , loro nel loro gruppo su facebook ed il sottoscritto su www.processionemisteritp.it , come sempre, da dodici anni nel web !

 

Meditate gente, meditate !

                                      Beppino Tartaro

Verona, 4 ottobre 2011

 

 

 

©  2011 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina