BASTA OFFENDERE I MISTERI

 

di Giovanni Cusumano

   

 

 

 

 

Gentile signor Tartaro,

 

mi chiamo Giovanni Cusumano e scrivo da Varese.

 

Le scrivo perché mi sento offeso da trapanese e da devoto dalle parole scritte dal sig.Giovanni Cammareri sulla nostra amata PROCESSIONE DEI MISTERI.

Io mi faccio ogni anno migliaia di chilometri per venire a Trapani per Pasqua per vedere la processione e questo signore si permette di offendere tutti noi trapanesi con il fatto che a lui non piace la processione e altre cose e che se ne va da Trapani per non vederla.

 

Il sig.Cammareri se la prende pure con lei e in pratica lo sfotte facendo capire che lui sa tutto e lei non ne sa quanto lui.

 

Ma perché questo signor Cammareri non fa qualcosa per i Misteri anziché solo lamentarsi e parlare solo di Spagna, ma perchè non se ne va in Spagna a lavorare?

 

Signor Tartaro lei ha la mia solidarietà e non deve dare retta a certa gente e vada avanti per la sua strada. Il suo sito lo vedo ogni giorno e la ringrazio per questo regalo che fa a noi trapanesi lontani che viviamo tutto l’anno per i Misteri.

 

Forse il signor Cammareri certe cose non le capisce perchè ha avuto la fortuna di lavorare a Trapani e di vedere i Misteri quando vuole e così si permette di andarsene il giorno della processione. Un poco di rispetto per chi abita lontano e per chi lavora tutto l'anno  aspettando la processione.

 

Grazie

 

Giovanni Cusumano 

 

Varese, 25 aprile 2008

 

 

  - mail firmata con richiesta di pubblicazione - 


 

 

 

 

 

 

 

Mi sono arrivate , sino ad  oggi, ben tre mail in poche ore ( tante considerato l'atavico silenzio dei trapanesi ) relative al confronto tra me e Giovanni Cammareri.

Pubblico solo questa, inviata dal sig, Cusumano, che con educazione ha espresso il suo parere .

Le altre due, non l' abbiano a male gli autori, ho scelto di non pubblicarle dato che le stesse contenevano frasi e riferimenti non in linea non solo con la linea editoriale di questo sito ed espressioni non appropriate.

La solidarietà o la contestazione di un concetto si devono fare nei dovuti modi, nel rispetto soprattutto della dignità e delle idee diverse, così come ha fatto Giovanni Cammareri che ha espresso le sue considerazioni sulla  processione e le palesi critiche alla linea editoriale ed ai concetti citati su questo sito.      Scelte quest'ultime delle quali ne ho preso tristemente atto, pervenute solo dopo la mia contestazione ad alcune sue affermazioni ( se non l'avessi mai fatto mi avrebbe mai criticato ? ) ma che non giustificano alcun tipo di offesa nei suoi confronti perchè la critica rientra tra le prerogative di tutti e come tale assolutamente rispettata.

 

Invito chi voglia scrivere a questo sito e non solo su questo argomento, ad attenersi a quei basilari concetti di educazione e rispetto delle idee , ricordando che questo è un sito personale e non sponsorizzato da enti o associazioni, la cui linea editoriale e i cui contenuti sono libera espressione dell'autore, cioè mia !.

 

Beppino


 

 

 

 

 

©  2008 - www.processionemisteritp.it