La S...PROCESSIONE e la DIS...UNIONE !

 


 

 

 

 

 

Finalmente si è conclusa la processione dei Misteri 2015. Finalmente si è conclusa la più disorganizzata processione degli ultimi decenni !

Generalmente la colpa è degli organizzatori ed in questo caso dovrebbe essere imputata a Vito Dolce e al suo direttivo ma dato che siamo a Trapani e soprattutto siamo nell’Unione Maestranze , sappiamo tutti che questa processione è stata semplicemente sabotata o fatta fallire da alcuni ceti, dai soliti personaggi che da anni inquinano in nome del loro esibizionismo e della loro voglia d’apparire e perché no, da qualcuno anche in nome della non celata fede massonica !. Non sto qui a elencare ciò che è accaduto in queste 25 ore di processione, termine alquanto improprio ! Non trovandomi a Trapani mi sono basato sulle immagini trasmesse e su quanto riferitomi da quei concittadini che si si sono sentiti offesi  per questa vergogna andata in scena, per l’Olimpiade del Caos,  per il Mondiale della Disorganizzazione, per la fiera della Vanità ! Non riporto le critiche che mi sono state suggerite, non basterebbe un libro a descriverle tutti.
Per sintetizzare la S...PROCESSIONE  2015, basta analizzare queste foto scattate alle 19.15 nel pomeriggio del venerdì santo in via Mercè dove le processionanti, tranquillamente, mangiano un panino ! Non occorre aggiungere altro, se questo è un modo religioso e rispettoso di andare in processione, io sono Madre Teresa di Calcutta !

Sarebbe poi altrettanto facile dare la colpa a quel ceto o  quell’altro , questa processone è in mano ad un ente malato, un’ organizzazione che non sa organizzare perché lacerata da acerrime lotte di potere e da odi più che decennali. Se ciò che è andato in scena è una SPROCESSIONE, chi l’ha organizzata va definita DIS..UNIONE DELLE MAESTRANZE !

 

Tutto il resto è polemica! Solita annuale polemica, tanto poi si abbracceranno e faranno pace e torneranno a litigare !

 

Ogni giorno ci lamentiamo tutti , giustamente, dei furti, delle corruzioni, delle violenze ma altrettanto grave è la responsabilità di chi non applica la legge e non interviene energicamente.

 

La colpa, nel caso dei Misteri ,  non è soltanto  di questo o di quel ceto, non è degli avversari di Dolce . Lo si sapeva !.Era un fatto prevedibile ma si faceva finta di nulla. L’importante era pavoneggiarsi nelle settimane precedenti per quelle quattro iniziative da cortile mascherate da…strada della passione !

 

Chi sono allora i veri responsabili ?

Eccoli : uomini di cultura e Chiesa trapanese !

 

1)       Uomini di cultura  . Non sono tanti nella nostra città ma quei pochi la smettano di rendersi complici di questi “ signori”. Nella vita si compiono scelte: Se combatto la violenza non posso accettarla a casa mia. Se do alle stampe ottimi libri che evidenziano  , giustamente, il progressivo degrado della processione  non posso diventare amico e collaboratore di chi da anni lo pone in essere.

Se pubblico sul web ( grazie a questo sito...conosciuto, proprio per non dimenticare le origini ) le ricerche d’archivio sugli atti e sulle maestranze dovrei essere un uomo di cultura e non allearmi con chi quella storia offende soltanto per il comune nemico in riva all’ Adige !

Abbiate il coraggio, uscite finalmente fuori la vostra dignità intellettuale , di non mischiarvi con chi offende e denigra il vostro lavoro e smettetela di partecipare a conferenze per il solo gusto di apparire. Lasciateli da solo, tra loro a raccontarsi quanto sono bravi e capaci. Non mischiate il sacro ( la vostra cultura ) con il profano !  Vedervi accanto in quelle farsesche conferenze per strada mi ha rattristato perché conosco i vostri valori e conosco ancor meglio chi le ha sfruttate . Perché vi siete uniti  con quei  “farisei” che vi ammaliano sempre come sirene e vi illudono in cambio di una conferenza , il tutto per una briciola di notorietà ??

Oggi che vi siete resi complici della loro effimera gloria, dovete tacere e non scrivere nulla su ciò che avete visto perchè siete quanto loro responsabili !

 

 

2)      Infine la grande responsabile di tutto: la Chiesa trapanese. Dopo Mons. Miccchè  e il breve “ interregno “ di Mons.Plotti , si sperava che il nuovo vescovo desse una svolta religiosa alla processione ed invece abbiamo assistito all’ennesimo silenzio della chiesa trapanese.

Quando i Misteri sono giunti in Piazza Vittorio, non per un gelato ma per una cerimonia religiosa, con più di due ore di ritardo in Piazza Vittorio perché, lei Mons. Fragnelli, ha comunque partecipato ? La sua assenza avrebbe colpito il cuore dell’organizzazione, sarebbe stato il giusto rimprovero ad un evento mortificante perché il caos e la vergogna non sono quelli di una squadra sportiva o di un circolo di dopolavoristi ma di un qualcosa ciò che ricorda la Passione e Morte di Nostro Signore e se non interviene lei, capo della chiesa trapanese , chi deve farlo ? Gesù non ebbe paura di cacciare i mercanti dal tempio. Gesù condannò e non si rese complice di quel degrado !  Cosa aspetta Mons.Fragnelli per intervenire ? Erano così le processioni del venerdì santo nella sua Puglia ? Blocchi questa processione trapanese per un paio d’anni ( lo scrisse anni fa l'amico Giovanni Cammareri e non mi pare l' abbia ripetuto nella conferenza tenuta per strada ( sic! ) in via Nunzio Nasi qualche settimana fa !

Mons.Fragnelli, tolga la gestione della processione dei Misteri all'Unione Maestranze e affidi ogni gruppo ad una parrocchia . Renda questa processione semplicemente religiosa !

Chi è cristiano non può più accettare quella vergogna che va in scena a Trapani il Venerdì Santo e chi invece non lo è, ha il diritto, comunque, di non veder mortificata la storia della sua città !  

 

Beppino Tartaro, Verona, 4 aprile 2015

 

 

©  2015 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina