I FRATELLI CAPONE CHE SIAMO NOI MEDESIMI DI PERSONA 

 


 

 

 

 

 

GRAND HOTEL – TELESUD – 14 MARZO 2012

 

Wolly Cammareri presenta la puntata incentrata sulla prossime elezioni del Presidente dell’Unione Maestranze – Ospiti in studio: Giovanni D’Aleo – Giuseppe Lantillo –Emanuele Barbara

 

Dopo l’introduzione di Wolly Cammareri prende la parola ( nel vero senso del termine.) Giovanni D’Aleo che dopo aver illustrato le modalità di elezione del Presidente dell’UM, inizia a il suo monologo, intervallato di tanto in tanto, da Emanuele Barbara e Giusepe Lantillo. 

Buon Divertimento

 

D’ALEO :  “…nella vita si cambia, avevo la foga di fare tante iniziative , di fare tante cose non trascurando sempre la parte religiosa, ho avuto attacchi in maniera poco elegante da parte di qualcuno che sicuramente non ….per una sua iniziativa, per un suo principio personalistico di invidia nei miei confronti ha fatto una battaglia.. ehhh.. accanita di chi portava avanti l’Unione ma dal punto di vista dignità perché voglio dire che l’Unione è nata dal.. da un’idea di gruppi composti da maestranze compreso caa alla testa di questi gruppi  il chh capitano Bosco. ”

“…E’ un’associazione prevalentemente laica che si è non sostituita all’organismo religioso ma  fondamentalmente ha creato e ha fatto la storia per dare l’immagine religiosa il più perfetta, la più perfetta possibile cioè ha dato la possibilità di fare crescere una processione dal punto di vista religioso, dal punto di vista storico, anche economico; l’ha fatta crescere  con un contraltare che naturalmente dobbiamo anche ricordare che era il…l’avvocato Mario Serraino ..che posso dire che era una gran bella figura , un grande storico, un appassionato   …

“ ..L’Unione o parte dell’Unione è composta da  persone che, non voglio dire una parola pesante che non hanno radici qua, in questo CONSESSO è costituito da persone che rappresentano le radici, la tradizione  …”

“ per questo noi in un eventuale futuro presidente dovremo andare a rivedere alcuni punti del..dello statuto che potrebbe dare una svolta , un’iniziativa di carattere FUTURISTICO  a questa processione …”

“ dentro le maestranze non ci sono più le maestranze e allora qual è il riferimento perchè diciamo Unione Maestranze  che è diventata unione dei commercianti  o di qualcuno che non vuole lasciare il posto e non ha, non  dà visibilità alle sue raccolte. Qua , parliamoci chiaro è diventata una Unione  Maestranze senza maestranze, è venuta meno l’anima di questa associazione “  

 

Wolly Cammareri  dopo aver definito l’architetto un “ fiume in piena” invita Barbara a fare un’ analisi più equilibrata rispetto a quelle di D’Aleo e chiede i “ papabili” per la carica di Presidente e vuol sapere qualcosa sulle alleanze per l’elezione.

 

BARBARA afferma che non vi sono alleanze e aggiunge che  “…chiaramente la mia ottica da iper attivo, ritengo di esserlo  .”

 

Wolly Cammmareri riconosce che Buscaino ha gestito l’UM con molta equidistanza e se una pecca va trovata in Leonardo è quella di non avere avuto, in alcune occasioni, il polso DURO.

 

BARBARA” …mi è doveroso tirare una pietra o meglio un un un pensiero nei confronti di Buscaino……. ( forse il capoconsole Barbara voleva dire ..spezzare una lancia..tirare una pietra è tutt'altra cosa, diciamo un..lapsus feudiano  - n.d.a) .Tutti dicono che andiamo in via Fardella per questioni  economiche vi assicuro che non è non è per niente così, e devo che ,oggi come oggi, ahimè, purtroppo, se non fosse per gli amici e conoscenti  e non esclusivamente per la categoria non riusciremmo neanche a mettere i piedi fuori dal portone ..la categoria contribuisce parzialmente, veramente in maniera minima !“

 

Wolly Cammareri chiede a Lantillo, definendolo Presidente in pectore e sorretto da una cordata pesante cosa ne pensi della proposta di itinerari alternati tra via Fardella e centro storico che lo stesso Wolly ritiene un qualcosa paragonabile al bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno che alla fine non soddisfa mai nessuno “

 

“ LANTILLO “  “ si è vero.. ..intanto sono stato io propormi  …e mi sono proposto, come diceva Giovanni D’Aleo, perchè siamo figli d’arte ….l’idea mia è quella innovativa, diciamo sulla falsa riga di Giovanni D’Aleo e quando è stato Giovanni D’Aleo presidente dell’Unione , molte delle sue iniziative  le abbiamo portate insieme, mi ha tirato dentro e l’ho aiutato sinchè ho potuto…a settembre , sconoscendo il fatto che potessero esserci questi lavori si era deciso di tornare in via Fardella, per una questione di continuità, per evitare di giocare con i bottoni ( gioco misterioso n.d.r. ) come si suol dire abbiamo preso queste decisione sofferta per quest’anno, un altr’anno vedremo.! “

 

Interrompe D’ALEO : “ Questa battuta non è piaciuta a qualche capoconsole all’ interno dell’ interno dell’Unione …io io voglio un attimo fermare a Peppe .Parlando di economia ,..Peppe non ha inventato ma ha riscoperto la tradizione degli antichi cori perciò ha dimezzato le bande e questo significa fare economia ….questo sfarzo non porta a niente , noi si raccogliamo questi oboli  ma li plasmiamo sulla città che ha bisogno di questa processione di questa manifestazioni che duri non solo una settimana, bisogna destagionalizzarla perché fondamentalmente “ si fa economia.  A qualcuno questo non piace perchè molte persone o i Consigli d’Amministrazione successivi ai miei non hanno fatto altro che fare in modo che tutto quello che aveva fatto  Giovanni D’Aleo doveva essere totalmente distrutto  o per meglio dire coperto perchè era una vergogna …”

 

Wolly Cammareri chiede a Giovanni di farlo tornare a parlare con Lantillo il candidato presidente!

Lantillo parla dei suoi progetti di presidente come quello dell’apertura del Purgatorio subito dopo la processione per poter ammirare i gruppi ancora vestiti…Lo interrompe ancora una volta indovinate chi ? Ovvio, Giovanni architetto D’Aleo:

D’ALEO: “ Una cosa che ti volevo dire ..tempo fa , almeno dieci anni fa, tutti si lamentavano che la processione dei Misteri  non era per niente pubblicizzata……..si lamentavano tutti, quando mi sono permesso di mandare i manifesti a Messina a Catania ….4.000 per tutta la Sicilia …abbiamo sfatato il mito che anziché essere invasi da manifesti degli altri,..perchè l’ho fatto io non era buono.…Peppe mio non ricalcare le mie stesse orme… è pericoloso riprendere la storia, a qualcuno fa male la storia perché sono persone di poca tradizione di poca, come ti posso dire , di poche radici sono così , un giorno saranno spazzati perché dovranno dare conto qualcuno “

LANTILLO “..ti ricordo che la scorsa estate , subito dopo l’entrata dei gruppi ..ogni anno lancio dei messaggi con dei video ….sono stato da piccolo ad accompagnare mio padre ala Confraternita di San Michele Arcangelo e quindi conosco-  “ Lo interrompe D’Aleo affermando che Benvenuto Lantillo, il padre di Giuseppe era governatore della Confraternita ma Lantillo gli ricorda che suo padre era invece vice, essendo governatore l’avvocato Serraino !

 

Wolly Camamareri discute con Lantillo della possibilità di realizzare all’ interno del Purgatorio un sistema audiovisivo che illustri ai turisti la processione dei Misteri al di fuori della Settimana Santa…ma ecco che interviene lui che in efetti non aveva mai parlato, si lui. Giovannello D'Aleo : “ scusami se ti blocco ancora un secondo “Wolly gli chiede, abbastanza seccato : “ Cosa c’è ? ”…e l’architetto riprende il suo monologo:  “  Ti spiego una cosa. Noi non siamo né i gestori , né proprietari, , né i titolari della chiesa nessuna cosa,… noi paghiamo da Unione ….come se fosse un affitto..noi graziosamente dipendiamo dalla volontà della signorina Alagna , graziosamente a disposizione e tutte ste varie cose…..dipendiamo dalla volontà, non voglio dire dai capricci dalla sua disponibilità….., dobbiamo dirlo direttamente ai cittadini…. e a tutti questi che scrivono sui giornali e internet e tutte ste cose. Non sanno che gestisce l’Unione Maestranze Ecco perché noi siamo titolari che cosa ?, siamo titolari di nulla, ……la realtà molte persone non la conoscono e la devono sempre sapere perché si sa di percorsi perchè non lo fate e allora tutti attacchi sul percorso….io tempo fa quand’ero presidente i Lions ci hanno regalato le videoguide con costi enormi che sono costate un bel po’ di soldi, sono rimasti dentro l’armadietto della sacrestia….Vi dico un’altra cosa. E’ venuto un Presidente della Repubblica per l’organo di San Petru ….e i Misteri a 100 metri non si vedono,….è arrivato Caravaggio a Trapani…100 metri di distanza, non si portano a vedere i Misteri..”  

 

Wolly Cammareri interviene affermando che i Misteri sono chiusi tutto l’anno in un magazzino …interviene D’Aleo “ Facciamo un’ altra operazione, prendiamo i Misteri, come ha fatto il capoconsole del Popolo e si portano nel alla chiesa , all’oratorio di Sant’Agostino e magari hanno bisogno di maggiore dignità mussale…queste cose dette da me fanno male, dette da qualche altro, non lo so che cosa fanno….il problema è questo, le persone devono sapere che l’Unione Maestranze in questo caso deve avere qualche coperta di sopra ….noi siamo laici, …questa distribuzione dei gruppi all’interno della chiesa l’ho fatta io ma con ricatti, con ripicche, con minacce,, con ripicche, non avete l’idea di cosa ho subito .. .perchè c’è qualcuno con una volontà ben precisa quella di additare quello che faccio io ma io l’ho sempre fatto per la città, l’ho sempre fatto per loro ( rivolto a Lantillo e Barbara ), l’ho fatto per l’Unione, l’ho fatto per la chiesa, l’ho fatto per l’amministrazione. Il problema è questo , additare questa persona che sta facendo delle cose, perciò, scusate ma bisogna dire pane al pane  vino al vino !“

 

Cammareri si rivolge a Barbara e gli chiede se all’interno dell’UM vi scontrate con un modo antico di pensare e agire.

 

BARBARA : “ Con una grande differenza che una volta gli scontri erano fatti da uomini, nulla da togliere che lo siamo e quindi  quando tutto si discuteva tutto finiva …ricordo perfettamente seppur giovane quando l’Unione era nei locali di via Poeta Calvino, ricordo perfettamente, al di là del giusto o sbagliato che sia, che c’era un limite dove poter accedere per chi non era componente dell’Unione, cosa che ancora oggi un po’ esiste ma però con una differenza, ecco perché l’Unione è fatta da uomini al di là che oggi lo siamo meno .Il problema è che nello spessore dei discorsi che vengono affrontati che sono sicuramente dei discorsi pubblici che tutti hanno diritto a sapere ma che sono discorsi là dentro e là dentro dovrebbero morire, qui invece c’è un un  un  cambiamento….”

WOLLY :” cinque minuti dopo li trovi sul primo sito che si interessa di internet ….”

BARBARA : “ cinque minuti..ehh. mi sembra …ma nulla di male per carità ma non è che c’è nulla di male, il problema è l’..llll la forma sbagliata, la forma è sbagliata cinque minuti sono già troppi,  secondo me gli avvisi arrivano direttamente dall’ interno.   

D’ALEO tanto per cambiare interrompe : “ Ti spiego qual è il problema.Quando io aprivo l’assemblea, siccome la processione, l’Unione e tutta  è composta da cittadini era aperta a tutti, non c’era deve essere solamente il capoconsole , si il capoconsole deve avere il diritto di parlare, di votare e nessuno, però era aperta a tutti e tutti potevano discutere ora invece mi trovo sui vari giornali Giovanni Cammareri, Francesco Genovese, Peppino Tartaro che parlano di cose totalmente travisate, di quello totalmente diverso da quello che noi discutiamo all’interno dell’Unione con degli ( parola incomprensibile ) mostruosi ma con delle cattiverie nei nostri confronti, con att atteggiamenti  di prevaricazione.Ma voglio dire un po’ma questi  perché  non chiedono di ADASCOLTARE, perché l’Unione in questo caso, come posso dire si è ee RICONTORTA all’ interno non dando la possibilità più di niente ..E’ giusto ?  ….Se Peppe ( Lantillo n.d.a ) dovesse un giorno diventare presidente e me lo auguro , prende la città, Piazza Vittorio, vogliamo parlare dei Misteri? Parliamo aaa tempo pieno sui dei Misteri. Vegliamo, vogliamo la volontà degli altri mentre noi ora abbiamo pero la volontà, la dignità e la forza, l’Unione Maestranze era una forza con a capo il Capitano Bosco era una forza che voi non avete l’idea ,smuoveva le montagne..ora abbiamo perso tutto per una volontà di piccini .Io vado a parlare male di quello.Qui si sta parlando male di tutti “

BARBARA : “ A me la cosa che rammarica da giovane appassionato eee legato a questa processione è che prima di tutto a peccare siamo i trapanesi perché non ci sono trapanesi legati a  questa tradizione, a questa processione che noi rappresentiamo….i gruppi sono stati creati, scolpiti da artigiani trapanesi , è questo che andrei a far capire alla gente al di là  di quello che rappresentano che è la cosa per eccellenza , questi gruppi, questi volti di queste statue sono stati fatti da trapanesi, poco alla volta su commissione delle maestranze , su commissione della confraternita”

LANTILLO “ E con materiale povero ! “

BARBARA “  E con materiale povero, i sacchi di tela,

LANTILLO “ Le camicie usurate “

BARBARA “….la mia lotta continua di ogni giorno per sensibilizzare “

D’ALEO “ l’Unione , l’Unione ( ai tempi della sua presidenza n.d.a ) era una fucina sempre aperta, sempre aperta..se parliamo di iniziativa ricordiamo il ex fu architetto Giovanni D’Aleo presidente . Il problema è questo e ci riserveremo in una prossima tornata di fare una trasmissione che parleremo di Maestranze Riunite. Maestranze Riunite non è il doppione dell’Unione Maestranze perché noi qua noi non abbiamo messo Peppe Lantillo all’ interno delle Maestranze Riunite, abbiamo trovato anche i vasari, i conciatori , abbiamo trovato altre persone che devono fare rivivere l’artigianato trapanese ..dobbiamo far rivivere perché questa sarà la svolta , il volano della nostra economia , …..presenteremo Maestranze Riunite in questa trasmissione  e tutti hanno avuto paura. Che cosa sta succedendo? Ci vogliono levare che cosa ? Non vogliamo levare niente a nessuno perché MaestrUnion. Maestranze Riunite potrebbe essere un’associazione a supporto di chi non fa iniziative sulla città….posso dire che Peppe Lantillo è stato l’unico a Trapani a fare i panettoni, i panettoni noi li importavamo da Milano..l’importaaaavam delle cose, percio, riscopriamo…le nostre eccellenze, le nostre qaulità.Tutti parlano e fanno conferenze , fanno convegni ma di cosa? Ecco Maestranze Riunite renderà operativo tutto quello che gli altri hanno parlato nei convegni. “.

 

Wolly Cammareri per concludere chiede a Lantillo i tre punti basilari della sua attività qualora dovesse essere eletto presidente dell’Unione Maestranze.

 

LANTILLO: “ ..dialogo a 360 gradi con tutti i gruppi, con la cittadinanza, con le autorità, con i giornalisti e quindi anche con te ….”

E guarda un po’ chi interviene? Nooooo ancora lui!!!!!!

D’ALEO : “ Voglio dire una cosa. Non hanno nemmeno colto l’occasione di dire Giovanni D’Aleo è consulente dell’Assessore all’Assessorato del Turismo Sport e Spettacolo per avere un’iniziativa pronta e  proiettare sul territorio, non l’hanno colta, si sono vergognati !

WOLLI CAMMARERI “ Tu sei un presidente trombato ! “

D’ALEO “ Perfettamente  “ ( Bravo Giovanni n.d.a )

LANTILO “ …se sarò eletto presidente mi avvarrò di consulenza esterna , quali possono essere  persone come Giovanni D’Aleo, Leo Buscaino, il Capitano Bosco…

D’ALEO ” Allura unn’acchiani Peppe meu ! “

LANTILLO “….per la mia indole sono una persona che sa fare gruppo anche se sono un pochettino nervoso, a volte esco, vado in escandescenza . Io ho portato avanti un gruppo folkloristico che era sconosciuto , siamo 40 persone, esistiamo da dodici anni e adesso siamo riconosciuti a livello nazionale. So portare in processione settecento-ottocento persone, ho organizzato tantissime cose... “

 

Si scherza sul peso fisico di Lantillo e D’Aleo (  chi poteva altrimenti ) conclude “ C’è qualcuno che sta diventando grosso per fare il contraltare a te ma come lo ha fatto a tutti ma noi ...“

 

Wolly Cammareri ringrazia e saluta

 

FINE DELLO SHOW..TUTT’E BBONE E BINIRITTE  ( n.d.a)

 

 

 

Beppino Tartaro -

Verona, 17 marzo 2012

 

 

 

©  2012 - Foto tratta dal film " Totò, Peppino e la  malafemmena "  

 

Le foto dei signori D'Alo, Pollina e Barbara sono tratte dal programma televisivo " GRAND HOTEL " - Telesud del 14.03.2012

 

Inizio pagina