BASKET TRAPANI, BRILLANTE  E VINCENTE

di  Giuseppe Cassisa  


   

Banca Nuova brillante in questo avvio di stagione. E dire che il calendario, per i granata, partiva in salita. Seppur non incantando, la squadra ha dimostrato di saper vincere le partite, piazzando i canestri decisivi nei momenti topici, denotando esperienza e carisma, eccetto in qualche rara occasione (vedasi Latina). La squadra, finora, è sempre stata al comando, spesso da sola, ma anche quando lo è stata insieme ad altre formazioni ha avuto dalla sua il vantaggio della migliore media inglese, ottenuta grazie alle vittorie esterne riportate.

 

Ma solamente adesso arriveranno le prime risposte, in quanto la Banca Nuova sarà attesa da una serie di gare con le più immediate e dirette inseguitrici che potranno aiutare a capire quale sarà il suo vero ruolo, almeno in questa prima fase. Insomma, se la Banca Nuova sarà la lepre o solamente una fra le potenziali leader alla fine della stagione regolare.

 

L'obiettivo, comunque, non è e non può essere quello di chiudere al primo posto al termine della regular season. L'obiettivo principale deve essere quello di arrivare nella migliore condizione ai decisivi play off. L'esperienza insegna che, alla fine, sale in Legadue la squadra che arriva nella migliore condizione psico-fisica alle gare che contano. E la Banca Nuova deve trarre monito anche dalla sua più recente esperienza, con una squadra arrivata male fisicamente e non unita nello spogliatoio agli ultimi play off. Arrivare primi o quinti, al termine della fase regolare, conta poco, così come conta poco il consequenziale vantaggio del fattore campo, spesso sovvertito.

 

Le novità non mancano. Nel corso del presente torneo ci saranno meno gare da disputare durante la stagione regolare, per via della riduzione del numero delle società partecipanti, e saranno meno anche le gare dei play off (dapprima fra le formazioni dello stesso girone), giocate al meglio delle tre partite e non delle cinque. Tutto dovrà essere finalizzato in chiave play off. Insomma, la stagione regolare dovrà servire per fare entrare in forma la squadra. E qui, torna a vantaggio dei granata l'aver vinto senza incantare, consapevoli dei propri difetti. Insomma, regular season quale prologo e non quale obiettivo di una stagione che conterà esclusivamente da fine aprile in poi.

 

In tale ottica diventa fondamentale, ad esempio, preservare giocatori come Virgilio, Camata e Caprari che dovranno arrivare freschi alle gare decisive; verificare se ci sono valide alternative in regia al capitano granata e se potrebbe essere il caso di fare un ulteriore sforzo, a quel punto determinante. Conoscendo Magaddino, appare difficile ipotizzare che qualcosa possa cambiare nella squadra, specie in una squadra finora risultata spesso vincente. Allora meglio affidarsi alla buona sorte. Trapani ci deve sperare perché il giovane Stijepovic difficilmente potrà dare qualcosa in personalità e “in fosforo” nei play off, né Tessitore può mutare le sue caratteristiche di guardia tiratrice. Bravo è stato finora Tucci a stabilire ed affermare le gerarchie nelle scelte di quintetto fra i propri giocatori. A lui spetta il compito di suddividere meglio i minutaggi; far migliorare progressivamente la squadra; far inserire e far crescere le seconde linee; sperimentare, trovare nuove soluzioni e collaudare i giochi, offensivi e difensivi; migliorare i meccanismi; tenere vicini i tifosi: il tutto in chiave play off. Sarà lì che si faranno i giochi.

 

Sarebbe un vero peccato perdere l'occasione, perché il campionato si sta confermando livellato verso il basso e la Banca Nuova può legittima-mente pretendere di vincerlo, sebbene sono attesi, in tal senso, i primi veri responsi. Sarebbe finalmente il primo campionato vinto dal Basket Trapani sul campo e il fatto di vincerlo nella stagione che segna il primo decennale di vita societaria, potrebbe essere un ulteriore motivo di grossa soddisfazione. Insomma, si anticiperebbe il raggiungimento di un traguardo programmato al terzo anno e che potrebbe finalmente trasformare questa squadra e questa società in vincenti.

 

Giuseppe Cassisa

di Gianluca Fiusco

 

© 2007 - EXTRA

Inizio pagina