MARSALA, LENTEZZE  E RITARDI SUL NUOVO OSPEDALE
di  Antonio Pizzo 


Marsala-  In ritardo sulla tabella di marcia dei lavori. E' questo uno dei dati emersi nel corso dell'ultimo sopralluogo sul cantiere del nuovo ospedale di contrada Cardilla.

Alla riunione, chiesta dall'onorevole Massimo Grillo, hanno preso parte, tra gli altri, il direttore generale dell'Ausl 9 Gaetano D'Antoni e il progettista, nonché direttore dei lavori, Giuseppe Sindoni. A sottolineare i ritardi nei lavori sono stati sia il direttore generale dell'Ausl, che il parlamentare marsalese.

 “E' la prima volta che vengo qui - ha detto Gaetano D'Antoni-  ho constatato che i lavori sono andati un po' avanti, però siamo ancora un po' indietro rispetto a quelli che sono i tempi previsti per la consegna dell'opera. Mi auguro che con una spinta maggiore si riesca a terminare entro aprile o maggio dell'anno prossimo”.

E anche l'on. Grillo ha toccato il tasto, affermando che “in quest'ultimo anno e mezzo si è andati molto a rilento”.

E per questo si è stabilito di promuovere una conferenza di servizi che consenta l'accelerazione di tutte le procedure necessarie alla consegna dei lavori previsti per il primo semestre del 2006. E in tal senso sollecitazioni saranno rivolte anche al Genio Civile e all'amministrazione comunale, che ha già predisposto l'allacciamento alla rete fognaria, ma ancora -rileva Grillo- “non ha fatto altrettanto con quella idrica, e soprattutto con la ditta che si è aggiudicata l'appalto per il completamento del nuovo ospedale”.

Questa è l'associazione di imprese costituita da ConsCoop di Forlì e Ravennate, due colossi dell'imprenditoria edile italiana che hanno vinto la gara d'appalto offrendo un ribasso del 25,35 per cento sulla base d'asta di 21 milioni e 858 mila euro.

“I dieci miliardi di lire risparmiati con quel ribasso -dice Grillo- potrebbero essere destinati alla creazione di quel Campus biomedico che dovrebbe sorgere accanto al nuovo ospedale e per il quale c'è già un finanziamento di un milione e 500 mila euro”.

Dopo il sopralluogo, Grillo e D'Antoni hanno incontrato il sindaco Galfano per stabilire le modalità dell'immediato utilizzo di quest'ultima somma. Il direttore generale dell'Ausl 9, da parte sua, si è impegnato a comunicare la delimitazione dell'area per la realizzazione del Campus, che sarà una sorta di piccola cittadella universitaria.

“Il nuovo ospedale di Marsala -ha concluso Grillo- sarà la struttura sanitaria più attrezzata della Provincia di Trapani”.

di Antonio Pizzo

Antonio Pizzo

 

© 2005 - www.processionemisteritp.it

 

 

Inizio pagina