DUEMILASEI, LA CERTEZZA DI UN ANNO INCERTO 
di  Francesco Genovese 


Duemilasei,la certezza di un anno incerto. Un nuovo anno, carico di attese, zeppo di speranze, è appena cominciato. Si riparte. Punto e a capo.

Il duemilacinque trapanese, a detta del Sindaco, è stato positivo. Nella memoria collettiva resterà l'anno delle regate mondiali. Una splendida cartolina illustrata, accuratamente acconciata, ammirata dagli occhi del mondo.

E tutto il resto? Che ne pensa il Sindaco di tutto il resto? E' giusto racchiudere un anno intero in un singolo “evento”?

E la legalità? La cultura? Il vandalismo? La povertà? Lo sviluppo? La qualità della vita?

A nostro avviso sarebbe stato più corretto dire che il 2005 non è stato un granché, perché c'è ancora molto da fare per dare a Trapani ciò che le spetta.

Questa città ha bisogno di stimoli forti, ma che durino molto più di un solo mese.

Il 2006 sarà l'anno delle elezioni: dalle politiche alle regionali; dalle amministrative al referendum costituzionale.

Un anno intenso dal punto di vista politico in cui vedremo le solite facce e qualche nuova (?) entrata, fare a gara tra chi sedersi prima sulle agognate e ben remunerate poltrone.

La Sicilia e Trapani, per la presidenza della Regione, confermeranno l'uscente e “chiacchierato” Totò Cuffaro, oppure avranno il coraggio di scommettere sulla “neofita” Rita Borsellino? Vedremo.

La necessità, oggi, è solo una: vedere all'opera gente che abbia voglia di fare politica, pensando molto di meno ai cavoli suoi e molto di più ai cavoli degli altri. Quelli dei cittadini.

Francesco Genovese

© 2006 - www.processionemisteritp.it

Inizio pagina