E' ORA DI FINIRLA !

 


 

 

 

 

Di voci nell’ambiente dei Misteri ne girano sempre tante, e come tutte le "vox populi" alcune di esse risultano poi vere, altre decisamente no !

 

In questi giorni, malgrado non ne troverete mai traccia in alcun sito, girano delle voci a Trapani per le quali in uno dei ceti legati alla Settimana Santa sarebbero sorte delle questioni legate alla gestione dell’immagine sacra condotta in processione ed alla relativa gestione economica.

 

Non è compito di questo sito stabilire colpevolezze, sinchè non siamo in presenza di una sentenza passata in giudicato non si può e non si deve condannare nessuno ma oggi quel che invece è certo è che ad colpita e offesa è la devozione del popolo trapanese.

 

 I ceti si lamentano, anche in periodi di vacche magre, delle scarse offerte raccolte tra la gente. Ed allora, dinnanzi a queste voci, mettiamoci nei panni dei tantissimi trapanesi che al passaggio di quella sacra immagine ed ancor prima per le strade della città, hanno offerto qualcosa . Come possono sentirsi oggi quei fedeli, se non presi in giro ?.

 

Purtroppo non è la prima volta e non sarà l’ultima ma è ora di finirla di far dominare queste processioni dal dio denaro !.

 

Se soldi non ve ne sono si va in processione per come si può; se soldi non ve ne sono si addobbano le immagini sacre con fiori di campo; se soldi non ve ne sono si chiamano le  bande che costano meno e se non si può anche senza musica e con le preghiere dei fedeli. Se soldi non ve ne sono si fa quello che si può !.

 

Se poi i picciuli ci su  , allora ogni anno si  pubblichino i bilanci di gestione, le cosiddette entrate ed uscite; non lo sancisce alcuna legge, lo stabilisce il buon senso e la correttezza morale !.

 

Le processioni altro non sono che condurre per le vie della città immagini sacre e lasciarle alla devozione popolare . Parlare di libretti, di migliaia di euro, di soldi portati via fa male, molto male all’idea della processione stessa, fa male alla fede, fa male ai trapanesi che con amore hanno donato quel che potevano.

 

Indubbiamente i soliti detrattori diranno che quel che fa male è invece questo commento, perché senza questo sito la notizia restava almeno circoscritta nell’ambiente, come se i trapanesi avessero bisogno di queste pagine per sapere come vanno certe cose ! .

 

Non rimane che sperare, e non è poco, che la Chiesa trapanese, intervenga una volta e per tutte non solo per congelare le confraternite e denunciare chi scrive sui giornali sulle bande ma per porre fine a questo “ tempio sacrilego ” del denaro.

Ci saremmo aspettati che in un convegno tenutosi qualche giorno fa nella chieda del Purgatorio, anzichè assistere alla solita consegna di targhe e trofei, il vescovo avesse colto l’occasione per fare un cenno ( un garbato rimprovero ) a quanto sta accadendo attorno ad  una di quelle immagini venerate proprio al Purgatorio !.

 

Racconta il Vangelo che Gesù cacciò i mercanti dal tempio , forse il vangelo non va solo letto ma capito e soprattutto vissuto proprio da chi lo legge !

 

Beppino Tartaro

Verona, 20 ottobre 2010

 

 

Giovanni Michele Graneri -" Gesù scaccia i mercanti dal Tempio"- 1756

 

©  2010 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina