GLI  ARGENTI  DEI  MISTERI 


            I
 Sacri Gruppi dei Misteri in occasione della processione, vengono adornati con preziosi ornamenti che ne arricchiscono la bellezza e valorizzano l'antichità.

 

 

    Si tratta, prevalentemente, di opere realizzate in argento, anche se non mancano decorazioni in oro e in corallo.

Furono commissionati sin dai primordi della processione, quando venne affidato alle Maestranze la cura dei gruppi per la rappresentazione del Venerdì Santo. Ad eseguire i preziosi oggetti vennero chiamati i più noti maestri argentieri trapanesi : Michele Tamborello, Ottavio Martinez, Giuseppe Piazza o Giovanni Porrata, Vito o Vincenzo Parisi, Giacomo o Giovanni Caltagirone, Giacomo o Giuseppe Costadura e tanti altri.

Per conoscere dettagliatamente gli argenti della processione dei Misteri, l'opera più completa è " Argenti in processione " di Anna Maria Precopi Lombardo e Lina Novara - Murex Edizioni

Gli argenti ed i preziosi, nei restanti giorni dell'anno vengono custoditi a cura del capo-console di ogni singolo gruppo e soltanto qualche giorno prima lucidati, seguendo un rituale seguito con affetto dai componenti del ceto. 

E' generalmente uno dei consoli a " vestire " il gruppo. La  " vestizione " segna infatti uno dei momenti clou della preparazione dei gruppi e precede o si svolge quasi in contemporanea con un altro momento significativo, quello dell'addobbo floreale.

Di notevole valore storico e artistico sono gli " abitini ". Si tratta di una riproduzione in argento del gruppo che i componenti la maestranza indossano legandola al collo con una cordicella; malgrado l'antica processione delle maestranze in abito nero sia stata sostituita da  figuranti in costume, pochi gruppi conservano ancora questa antica e suggestiva tradizione.

In occasione della processione, oltre agli ornamenti veri e propri, su alcuni gruppi notiamo delle medaglie. Si tratta  delle premiazioni (fortunatamente soppresse)  che intorno agli anni '60-'70 premiarono l'aspetto processionale e l'addobbo dei gruppi.
Appare alquanto discutibile rispetto alla religiosità degli episodi raffigurati, questa esposizione di " vittorie " che appesantiscono, anche dal punto di vista fotografico, la semplice linearità dei gruppi. 

Negli ultimi anni, alcune categorie hanno posto dei pacchiani cuori d'argento sulle statue di Cristo. Se è indubbia la fede che accompagna l'intenzione, sarebbe tuttavia il caso che si limitassero queste manifestazioni. Il turista o il fedele che si reca a Trapani in occasione della processione, spera soprattutto di poter ammirare una manifestazione di fede e tradizione, un autentico tuffo nel passato cittadino e che la bellezza dei gruppi è soprattutto offerta dalla loro suggestiva semplicità.

 

 

Foto   1 Gesù dinanzi ad Hanna - corazza di Malco - Foto Beppino Tartaro
Foto   2 Arresto - pennacchio soldato - Foto gentilmente concessa dall'Associazione Metallurgici
Foto   3 Arresto - bandoliere Malco - Foto gentilmente concessa dall'Associazione Metallurgici
Foto   4 Getsemani - abitino - Foto Beppino Tartaro
Foto   5 Ecce Homo - Balcone -  Foto Beppino Tartaro
Foto   6 Separazione - aureola - Foto Beppino Tartaro
Foto   7 Flagellazione - particolare -  Foto Beppino Tartaro
Foto   8 Calvario - Croce - Foto Beppino  Tartaro
Foto    9 Calvario - Abitino - Foto Beppino Tartaro
Foto   10 Argenti dell'Addolorata  - Foto Peppe Barraco
Foto   11 Lavanda dei piedi - aureole -  Foto Beppino Tartaro
Foto   12 Deposizione - Cartiglio con iscrizione INRI - cm.14 - largh.cm19 - Foto M.Fundarò
Foto   13 Deposizione - vestizione aureola Maddalena  - Foto Beppino Tartaro
Foto   14 Flagellazione - aureola
Foto   15 Flagellazione - colonna - Foto Pietro Lazzari 
Foto   16 Gesù dinanzi ad Hanna - Foto Beppino Tartaro

 

 

La foto di M.Fundarò relativa al gruppo " La Deposizione ", sono tratte dal libro di Anna Maria Precopi Lombardo " L'artigianato trapanese dal XIV al XIX secolo " Giovanni Caleca  Editore.

 

Le foto della colonna e dell'aureola di Cristo del gruppo " La Flagellazione " sono tratte dal libro di Giovanni Cammareri
" La Flagellazione ", edito a cura del Ceto dei Muratori e Scalpellini. 

© 2003 - Testo di Beppino Tartaro