SAVONA REPLICA A MALTESE

 

" SPESSO SI PECCA DI PRESUNZIONE "

 

di Salvatore Gaspare Savona

 

Il dibattito sulla posizione delle bande musicali in processione ha suscitato un interessante dibattito. In questa pagina la controreplica di Salvatore Gaspare Savona.

IL Spesso si pecca di presunzione, e altrettanto spesso si dice che la presunzione è sinonimo di ignoranza. 

Devo purtroppo ritornare a sottolineare la teatralità del rito che  nel caso specifico è insita nella nostra  Processione dei Misteri: teatralità ed esteticità sottolineata da insigni studiosi di tradizioni popolari, psicoanalisti, etnoantropologi ed estetologi. 

Nella precisazione in merito noto una certa contraddizione, prima si dice che “ la banda e….belle cornici che si mettono in un quadro per esaltarne la bellezza…..” e successivamente si sottolinea che “ Mistero e banda sono in una preziosa simbiosi  e quindi devono essere più vicini possibili,…….” delle due l’una: la banda musicale è “cornice” o “preziosa simbiosi” al Gruppo statuario?

Meglio dire, secondo me, che il complesso bandistico è l’orgoglio della Categoria Artigiana che cura il Sacro Gruppo e va fatto sfilare davanti in Processione, ricordando che la banda musicale dà il Ritmo a tutta la Processione, oltre che all’Annacata dei portatori.  

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico che qui è di competenza della Fisica Acustica – nella sua specificità dell’ Acustica Musicale e della Psicoacustica –  consiglierei  allo scrivente Maltese di consultare alcuni manuali di Conservatorio:

1)   il testo di Salvatore Pintacuda “Acustica Musicale” (ediz.Curci), precisamente le pagine 15, 16, 17,   (ma va studiato tutto!),   ed anche

2) il testo di Riccardo Allorto “Storia della Musica”  (ediz. Ricordi, 1978 in poi), tesi di acustica musicale, cap.I - IX,  

quindi, proporrei, allo stesso una dimostrazione scientifica della sua affermazione, la quale potrebbe essere solamente una semplice “percezione soggettiva” e dunque relativa ( un po’ come avveniva per es. con il fulmine ed il tuono, in età prescientifica.. ).

Nel richiamare le motivazioni e le ragioni già espresse nel mio articolo (Monitor, 18 Marzo 2005, n°10 ) aggiungo che i  complessi bandistici  devono precedere il Mistere, così come hanno sempre fatto nella Tradizione, per 150 anni, i nostri  “vecchi” Consoli,  in accordo con Insigni e Competenti MAESTRI Concertatori e Direttori; 
ricordiamo e citiamo alcuni, anche tra i più  recenti, Maestri e Direttori di Banda: M° Trippodi, M° Giuseppe Reina, M° Dante Pavarini, M°  Ciavarello, M° Nino Carriglio, M° Giuseppe Casano….e tanti altri ancora  – mi scuso per non poterli citare tutti -  i quali non hanno mai ipotizzato, né ritenuto possibile ciò che Lei, Maltese, sta sostenendo !

Preciso, inoltre, che non andremo avanti nella  polemica che reputiamo, dopo attenta lettura, fonte di deviante, puerile egocentrismo !  Forse per fare il Musicologo o il Musicista, a Trapani, è necessario richiedere una autorizzazione a coloro che ritengo non abbiano la pur minima " conoscenza (scientifica, storica e della tradizione) " di ciò di cui si parla ?

Discorso Chiuso.

Buona Pasqua !

 

Salvatore Gaspare Savona, 25 marzo 2005

                                                                                                                                   

Foto Beppino Tartaro 

© 2005 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina