LETTERA APERTA 

 

A seguito dell'articolo di Salvatore Gaspare Savona  pubblicato su MONITOR e su questo sito, dal titolo : " La musica viene prima " , il Maestro Claudio Maltese mi ha inviatole seguenti precisazioni che, volentieri ed integralmente pubblico. 

IL Carissimo, ho appena letto l'articolo di Savona sulle bande musicali nella processione dei Misteri. Devo fare alcune precisazioni in merito, visto che la proposta di mettere le bande dietro ai Gruppi è stata mia, molti se lo sono dimenticato, ed è stata accettata immediatamente da quasi tutti i capi consoli fin dalla prima riunione. Innanzitutto devo dire che la processione
dei Misteri non è una commedia teatrale o lirica, quindi non paragoniamo la posizione dell'orchestra i teatro ( è fuori luogo). Al centro della processione ci stà il Sacro Gruppo e la processione e la banda musicale sono quelle belle cornici che si mettono in un quadro per esaltarne la bellezza e il principale soggetto. La banda dietro fa sì che chi guarda il Sacro
Gruppo, vede il movimento delle statue ascoltando la musica che permette questo stesso movimento, il fedele non si fa distrarre dal folklore che oggi, pultroppo, delle bande musicali fanno nel corso della processione, ma mette al centro della scena il Mistero. Tecnicamente, le vibrazioni che i suono emettono, si propagano in avanti , quindi i portatori, il cui perfetto movimento dell'annacata, devono ascoltare bene la propria banda; altrimenti capita (come prima) che si ascoltava quella del Mistero successivo invece della propia. Questo perchè da noi Mistero e Banda sono in una "preziosa simbiosi" (come ho scritto nella presentazione de CD) e quindi devono essere più vicini possibili, perchè è l'unione che fa la forza per una migliore annacata. Quindi chi guarda la processione, prima vede sfilare le singole processioni, poi i consoli e collaboratori e poi si concentra principalmente sulla raffigurazione religiosa del Sacro Gruppo, accompagnato dalle note tristi e pieni di speranza delle Bande Musicali. Penso che sia stato molto chiaro e chiedo alle persone che scrivono o che parlano, di fare ognuno il proprio mestiere e di non occuparsi di ciò che non è di propria competenza. Alle bande musicali chiedo di smetterla a fare spettacolo, di impegnarsi a suonare con serietà, armonia e sentimento e non suonare spaccando gli strumenti, distruggento una composizione e quindi danneggiare la stessa processione che è sempre un evento religioso principalmente. Noi siamo la voce dei misteri, e raccontiamo la passione e morte di Gesù, non una battaglia o una guerra. Quindi fiato non alle trombe ma ai cuori di tutti e che questa processione sia più sana e bella. Grazie a tutti e W la Processione dei Misteri.

M.° Claudio Maltese.

                                                                                                                                   

Foto Beppino Tartaro 

© 2005 - www.processionemisteritp.it

 

Inizio pagina