SALVATORE GASPARE SAVONA - L' ATTO DI AFFIDAMENTO DELL' ECCE HOMO!

 


 

 

 

Era il 31 marzo 1622 quando il gruppo raffigurante l’ Ecce Homo, venne affidato, con atto rogato presso il notaio Melchiorre Castiglione all’ars cerdonum e cioè ai ciabattini e calzolai e cioè agli artigiani che lavoravano, producevano e riparavano scarpe , ciabate  stivali, cinte , guanti ecc..

 

E’ il 15 maggio 2015,  quando il dott. Salvatore Gaspare Savona ha finalmente trovato questo atto a lungo cercato e che ha voluto dedicare a suo papà Giuseppe, u zu Piu Savona indimenticato console di categoria dell’Ascesa al Calvario, all’avvocato Mario Serraino che ridiede i Misteri alla città dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale e alla Nostra  Città di Trapani.

 

Ecco cosa vuol dire cercare: scoprire per tutti e non per vantarsi  e per realizzare siti autocelebrativi e al contempo offensivi del lavoro degli altri.

 

Per anni l' atto di affidamento dell’Ecce Homo è stato cercato ma nessuno dei vari estemporanei ricercatori e cultori storici erano riusciti a recuperarlo. Era stato l’ avvocato Mario Serraino, a dare i primi cenni di un atto presso il notaio Castiglione ma non specificando la data. Negli anni in cui Serraino cercava i documenti non c’erano fotocopie, macchine digitali, smartphone che ti permettono di fotografare e controllare con più comodità a  casa quanto indicato in un atto. Eppure Serraino si riferiva al  notaio Castiglione ma i grandi studiosi trapanesi ironizzavano sulla data e persino sul notaio e così non hanno seguito le tracce che Serraino aveva loro indicato perché ...l’orgoglio acceca !

 

Per definirsi ricercatori storici non basta recarsi in un archivio e. ..fotografare.

 Occorre una cultura di base , una cultura che si perfeziona con gli studi universitari e con la passione sincera e non scoperta, grazie a questo sito, nell’ultimo decennio, quando prima si vedeva la processione la sera in una traversa di via Fardella, comodamente seduti in auto e si credeva che la Caduta al Cedron fosse il gruppo affidato ai metallurgici!  .

 Serraino conosceva alla perfezione il latino ( per anni curò l’archivio della Diocesi ) e la sua immensa opera di ricerca è stata di prezioso aiuto per la storia dei Misteri.

 

 E in quel legame che unisce la storia e la passione, mi piace pensare che qualcosa o qualcuno ha voluto che a  trovare l’atto non fosse uno dei tanti detrattori dell’avvocato Serraino ma Salvatore Gaspare Savona un uomo di vera cultura,  lontano ( oggi ma non quando la processione era tutt’altra cosa ) dall’ambiente dei Misteri, uno studioso figlio di un vero grande console di categoria dei Misteri come fu u zu Pio Savona, un uomo del popolo che non ha scritto libri o si è compiaciuto delle sue ricerche, un nostro concittadino semplicemente innamorato dei Misteri  ma che con l’umiltà di chi sa e vuol far sapere la storia dei Misteri che è soprattutto storia trapanese.

 

A titolo personale e mi permetto a nome di coloro che amano la storia e la religiosità della processione dei Misteri, ringrazio Salvatore Savona, fraterno amico e compagno della nostra passione comune e mi piace pensare che da lassù u zu Piu, l’ avvocato Serraino , u zu Paolino Romano , i vecchi consoli dell'Ecce Homo stiano festeggiando anche loro i veri Misteri, quelli della fede cristiana, della storia, della tradizione e della passione semplice e sincera della nostra Trapani.
Grazie alla famiglia Savona per tutto ciò che ha dato e  ancora dà alla nostra processione !

 

Beppino Tartaro , 25 maggio 2015

 

Consoli dell'Ascesa al Calvario- 1977 - Foto Beppino Tartaro

 

 

 

 

©  2015 - www.processionemisteritp.it

 

 

Collezione Beppino Tartaro

 

 

Inizio pagina